Terapia EMDR

Dott.ssa Laura Maresca Psicologa e Psicoterapeuta

Cos’è la Terapia EMDR?

La terapia EMDR (dall’inglese Eye Movement Desensitization and Reprocessing, “Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari”) è un approccio terapeutico utilizzato per il trattamento del trauma e di problematiche legate allo stress, soprattutto allo stress traumatico.

L’EMDR è stato studiato da Francine Shapiro tra il 1987 e il 1990 e attualmente è uno strumento standardizzato e supportato empiricamente da numerosi studi.

Grazie alle innumerevoli ricerche che ne hanno dimostrato l’assoluta efficacia è stato riconosciuto da Istituzione Americane importantissime come: l’American Psychiatric Association, l’Organizzazione Mondiale della Sanità e il Dipartimento della Difesa. La Terapia E.M.D.R. è stata approvata dall’organizzazione Mondiale della Sanità nel 2013 e dal nostro Ministero della Salute dal 2003.

Come funziona l’EMDR

Secondo il modello AIP (Adaptive Information Processing) di Shapiro, l’uomo ha un sistema intrinseco e adattivo che gli permette di elaborare i ricordi; nel caso di ricordi traumatici è possibile che l’elaborazione non avvenga in maniera corretta e si sviluppi così una patologia.

L’EMDR si focalizza sul ricordo dell’esperienza traumatica ed è una metodologia completa che utilizza i movimenti oculari o altre forme di stimolazione alternata destro/sinistra per trattare disturbi legati direttamente a esperienze traumatiche o particolarmente stressanti dal punto di vista emotivo. Si pone l’obiettivo di far rielaborare tale ricordo in maniera adeguata, di modificare le convinzioni che il soggetto ha sull’evento e su sé stesso e di ridurre, conseguentemente, la sintomatologia.

Dopo una o più sedute di EMDR la persona inizierà a percepire il ricordo disturbante con più distacco, sentirà le emozioni negative meno intensamente, le sensazioni fisiche saranno meno disturbanti e modificherà, infine, le convinzioni negative su di sé. Tutto questo permette di adottare comportamenti più adattivi.
Il ruolo del terapeuta è quello di far rielaborare il ricordo, guidando la persona nel movimento oculare alternato o con una stimolazione tattile destra/sinistra, senza intervenire direttamente per non interrompere l’elaborazione naturale.

L’EMDR con quali disturbi può essere usato?

L’EMDR è un intervento rapido, efficace ed è applicabile dall’infanzia all’età adulta. Oggi, è considerato trattamento di elezione per il disturbo post traumatico da stress (DSPT) ma viene utilizzato per tutti gli eventi traumatici.

Il termine trauma può riferirsi a diverse esperienze che si possono dividere in traumi con la “T” maiuscola e traumi con la “t” minuscola:

  • T maiuscola: eventi di vita in cui il soggetto – o qualcuno molto vicino ad esso – ha la percezione di rischiare l’integrità fisica o la vita come avviene ad esempio in incidenti, lutti, abusi sessuali, disastri naturali;

  • t minuscola: traumi relazionali causati da figure di attaccamento che non soddisfano ripetutamente i bisogni emotivi e relazionali del bambino.

Questa distinzione mette in evidenza come l’EMDR possa essere utilizzato con traumi o eventi di diversa intensità, come ad esempio fobie, attacchi di panico, disturbo d’ansia generalizzato, lutti, problemi alimentari e dolore cronico.

In cosa consiste una terapia EMDR

La terapia EMDR si può inserire all’interno di un normale percorso terapeutico individuale o anche solo lavorando attraverso il protocollo EMDR su specifici eventi traumatici.

La durata del percorso terapeutico è variabile in base alla risposta del paziente e al tipo di trauma riportato, oltre che agli obiettivi concordati insieme.

Utilizzando i protocolli dettagliati e le procedure apprese nelle sessioni di formazione della terapia EMDR, lo psicoterapeuta aiuta le persone ad attivare i loro processi di guarigione naturali.

Per maggiori informazioni sull’EMDR è possibile consultare il sito dell’Associazione EMDR Italia.

Per maggiori informazioni e per un appuntamento puoi contattarmi telefonicamente oppure scrivermi usando il form.

ansia paura panico

Ansia, paura, panico, epidemia: il coronavirus

la paura del contagio e dell'epidemia sono antiche..la pandemia del coronavirus ci costringe ha convivere con una serie di …

disabilità intellettiva

La Disabilità Intellettiva (Ritardo Mentale)

Post Views: 1.096 La Disabilità Intellettiva fa riferimento a diverse realtà complesse che hanno in comune la presenza …